martedì 28 marzo 2017

WOWBOX

Qualche tempo fa sono stata contattata per provare una WOWBOX e farla conoscere ad altri.

WOWBOX è una scatola ad abbonamento mensile contenente snack giapponesi ordinabile sul sito wowbox.jp
L'abbonamento può essere effettuato per la spedizione del mese che scegliete, oppure per una durata di 3, 6 o 12 mesi (con relativo prezzo convenienza per gli abbonamenti di lunga durata).
Le scatole possono avere 4 temi differenti (Fun & Tasty, Kawaii & Beauty, New & Limited, Dagashi) quindi è possibile scegliere il tema che si preferisce e, consultando il sito, si può verificare cosa si potrebbe ricevere di mese in mese.
Sul sito è possibile anche conoscere gli ingredienti dei vari snack.. una cosa molto utile visto che spesse volte, quando si ha a che fare con stranezze giapponesi, non è facile capire cosa si sta sgranocchiando!
I prezzi delle scatole possono variare in base al tema scelto o in base alla misura desiderata (per alcuni temi è possibile richiedere scatole più grandi con più prodotti).
Il prezzo è comprensivo di spesa di spedizione tracciata proveniente dal Giappone e spesso sono disponibili promozioni e sconti.

Dopo avervi parlato a grandi linee di questa possibilità d'acquisto, vi mosto la WOWBOX che ho ricevuto con tema dagashi (tema riferito a piccoli dolciumi dedicati ai bambini).


All'interno vi ho trovato:
Sugata Fry; un cracker molto croccante al gusto di calamaro.. detto così suona strano ma era molto buono.
Porickey; bastoncini di mais con un leggero sentore di burro. Molto buoni e con un sapore neutro e gradevole.
Umai bo; un bastoncino con sapore e consistenza delle patatine Puff.
Yakiniku san taro; un pezzo di carne essiccata che vorrebbe emulare quella alla griglia. Questo non mi è piaciuto molto, era gommoso dolce e piccante.. indefinibile.. ^^

Double ice lollipop; un lecca-lecca al gusto di cioccolato e vaniglia.
Kajiriccho; un bastoncino di caramella gommosa al gusto cola.
Maken gummy; una manina di caramella gommosa (quasi gelatinosa) che a sorpresa può avere il simbolo di sasso, carta o forbice.
Black thunder; ottima mini barretta al cioccolato con dentro riso soffiato.
Chocolate pie; uno snack vagamente simile ai "millefoglie" confezionati che si trovano da noi, ma i nostri sono più buoni.. :p

Puku puku tai ichigo; questo pescetto è un wafer ripieno di una specie di cioccolato soffiato alla fragola (ne avevo ricevuto uno anche da parte della mia corrispondente giapponese QUI).
Orange marble gum; gomme da masticare con un deciso gusto di arancia.
Mochi taro: dall'adorabile confezione, sono piccolissimi crackers di riso.

Umai wa; sono patatine puff a forma di anello (come quelle che si trovano da noi) ma con un sapore più forte.. sostanzialmente sono come l'Umai bo in formato differente.


Per chi già mi conosce, sa che ho una corrispondente giapponese che mi spedisce molti dolciumi, ma trovo questa iniziativa delle WOWBOX molto interessante dato che non si può sempre avere qualcuno a disposizione che ti invia dolci quando ne hai voglia.
Per esempio, la scatola dagashi è la più piccola ed economica, costa circa 14 euro e contiene da 9 ai 12 pezzi.. considerando che la spedizione dal Giappone è compresa, penso sia piuttosto conveniente per poter provare sapori nuovi o fare qualche regalino.. inoltre è sempre possibile vedere sul sito cosa può contenere e quindi si è liberi di decidere se ne vale la pena o meno.
Io probabilmente ne prenderò qualcuna in futuro. :p
L'unica nota che posso fare è quella di essere consapevoli che la spedizione richiede tempo; a volte più di un mese (sempre perchè i pacchi esteri arrivano in Italia in pochi giorni e poi vengono bloccati senza ragione per settimane). La mia scatola era quella del mese di febbraio; spedita a inizio febbraio e arrivata a fine marzo.. ^^

giovedì 23 marzo 2017

Logan, la Bella e la Bestia

Di recente ho visto al cinema Logan.
Siamo nel 2029 e i mutanti sono quasi del tutto estinti.
Logan, ormai indebolito e intossicato dall'adamantio, fa l'autista per mettere da parte il denaro utile a curare l'ormai anziano e malato professor Xavier e per avere la speranza di una vita migliore dato che i due, insieme a Calibano, si nascondono in una cadente fonderia abbandonata in Messico.
In questa vita che sembra essere al limite della disperazione, Logan riceve un incarico che non avrebbe mai voluto accettare, ovvero scortare Laura, una bambina di 11 anni, braccata da un'organizzazione tutt'altro che pacifica. Logan rimarrà sorpreso nello scoprire che la bambina è una mutante con poteri molto simili ai suoi.

Questo film è stata una bella, amara, commovente sorpresa.
A dispetto delle altre pellicole sugli X-Man, ci viene presentato un film davvero molto più cupo, profondo, fatto di rassegnazione all'evidente decadenza dell'uomo e non dell'eroe.
Non voglio scrivere altro perchè questo film lo si può apprezzare solo guardandolo.
Il mio personale elogio va alla piccola Laura.. non nascondo che avevo un po' storto il naso nell'apprendere che ci sarebbe stata una marmocchietta ad affiancare il protagonista ma devo dire che questa bimba è stata fra le più caxxute che io abbia mai visto! L'ho apprezzata molto, moltissimo.
*




Ho visto anche (non potevo perderlo) La Bella e La Bestia.
Penso non sia necessario narrare la trama.. tantomeno vorrei dilungarmi in commenti.
Voglio solo dire che mi è piaciuto.
Quello che un po' mi ha turbata sono stati alcuni commenti strani che ho letto e sentito come per esempio "il vestito del ballo di Belle fa schifo perchè non è come l'originale" o "Emma Watson è orribile perchè mi faceva antipatia quando era Hermione (???di che stiamo parlando???)".... @_@
Fra le altre cose criticate, ci sono state delle scene in più sul passato di Belle e della Bestia che spiegano che entrambi hanno perso la mamma da piccoli ma, Belle ha avuto tutto l'amore possibile dal suo papà, mentre alla Bestia è rimasto solo l'esempio lasciato da un padre freddo e superficiale.. è in questo modo che la Bestia non ha saputo guardare oltre le apparenze della strega che lo ha maledetto. Credo che questa piccola parentesi sia stata molto significativa anche solo nel cercare di evidenziare quanto possa essere importante il ruolo di un genitore che diventa il modello di vita del proprio figlio, quindi è un peccato che molti non abbiano saputo cogliere questa piccola grande differenza che ha contribuito a legare Belle e la Bestia.
Di critiche ne ho lette tante altre ma mi fermo qui.
Personalmente lo consiglio perchè è davvero bellissimo.
*




Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

martedì 14 marzo 2017

felting

Qualche giorno fa ho ricevuto un pacco dalla mia corrispondente giapponese.
Siccome voleva includere qualcosa per San Valentino, mi ha mandato un po' di cioccolatini e dolciumi..
..e caramelle e una cosa che penso sia una zuppa che devo ancora provare.

Oltre le cibarie, mi ha inviato anche dei pacchetti di fazzolettini di carta di Yo-Kai Watch e Gudetama.
..e un libro che sembra essere un book sui gatti, ma non lo è perchè il gatto in copertina è un pupazzino fatto con la tecnica del felting.
Il libro infatti illustra come creare gatti con il felting.

Questa lavorazione mi incuriosiva da tempo e ho comprato un kit estremamente basico per fare qualcosina, ma come al solito non ho avuto tempo di provare.
Non arriverò mai a creare gatti così realistici (dopotutto a cosa mi serve visto che ho un Totorone tutto per me?) ma vorrei provare ugualmente a fare qualche figura semplice... un giorno... in un futuro lontano... chissà... mmmmh!

martedì 7 marzo 2017

Ritorno agli stamping... che resteranno in un cassetto

Ho fatto un piccolo salto a Bari giusto per prendere il mio bottino di manga..



Mi sono lasciata tentare da alcuni dischetti di stamping per nail art che ho visto in rete.
Sono ispirati ad opere dello studio Ghibli e altri anime.
Ho visto tanti modelli ma ho preferito mettermi un freno (coff! coff!) perchè effettivamente non faccio più nail art come una volta per mancanza di tempo e perchè, a causa dei lavoretti, lo smalto mi si rovina presto.
Però non potevo non testarli quindi ho fatto una veloce prova.
Se messi con la giusta accortezza vengono decisamente meglio di così.. ^^


Fra le mie attività distruggi-unghia c'è stato anche il "giardinaggio da terrazzo".
Quest'anno non ho preso fiori o piante ornamentali ma unicamente semi di roba commestibile.. bisogna verificare se qualcosa spunterà per davvero nei miei vasi.. ^^
I miei coniglietti sono in attesa delle loro lattughine bio! xD

martedì 28 febbraio 2017

Top Febbraio 2017

Questo mese sono riuscita a vedere il film coreano La collina della libertà.
Mori è ormai tornato in Giappone da un paio di anni dopo aver insegnato lingue in una scuola coreana. Non riuscendo a reprimere i suoi sentimenti per l'ex collega Kwon, decide di tornare in Corea del Sud per cercarla. Dal momento in cui sale sull'aereo e nei giorni successivi in cui non riesce a trovare la sua amata, scrive delle lettere sul suo soggiorno e la sua ricerca e le invia tutte insieme a casa di Kwon dove lei sembra non tornare mai.
In realtà Kwon era in viaggio e quando torna a casa fa cadere accidentalmente le lettere così inizia a leggerne in ordine sparso e mostrandoci così, senza un reale ordine temporale, quello che è successo a Mori durante quei giorni.

Questa pellicola è relativamente breve perchè dura circa un'ora.
Come accennato, le vicende narrate sono tanto confuse quanto chiare a causa di un ordine temporale sparso e di accenni che però permettono di comprendere più o meno le situazioni che si sono create.
Da un lato ho trovato il film abbastanza gradevole perchè ha una narrazione pacata dove l'unica domanda da porsi è se Mori riuscirà o meno a incontrare la sua Kwon nonostante abbia combinato qualche pasticcio nel suo soggiorno coreano.
Le pecche sono una certa mancanza di mordente dato che la pellicola è fin troppo tranquilla, delle inquadrature che si stringono in maniera strana su "cose" (...e cosa mai voleva comunicare il regista inquadrando grottescamente una ciotola vuota?!) e una domanda a cui non sono riuscita a darmi risposta... come mai Mori è già stato in Corea del Sud a fare l'insegnante e non spiccica nemmeno un paio di parole basilari coreane mentre tutti sanno parlargli in giapponese?
A parte questi dettagli è un film che permette di passare un'oretta spensierata e priva di concetto di tempo davanti allo schermo.
*



La mia lettura del mese è stata pessima.. non vorrei nemmeno parlarne ma visto che è stata l'unica... >_>
Ho letto il manga Love Celeb.
Kirara ha 16 anni ed è una idol abbastanza incapace. Il suo manager, pur di farla lavorare , cerca di invogliarla a rendersi più "disponibile" e la caccia in situazioni tremende.
Kirara però riesce sempre a farla franca grazie alla sua ingenuità e al suo desiderio di mantenersi casta. Tutto questo fino a quando incontra Gin, il rampollo della famiglia più ricca e potente del Giappone che nel tentativo di farla sua, se ne innamora perdutamente.

Nonostante il manga sia demenziale e quindi tutto da "ridere", per me è stato fra i più idioti letti nella mia vita.
Kirara, nella sua innocenza, finisce sempre per apparire indecente, si lascia dominare da tutti perchè palesemente le piace e finisce per fare zozzerie con chiunque.
Gin si descrive da solo con una delle sue tipiche frasi "un uomo non desidera altro che sottomettere la sua donna"; maschilista, egoista, egocentrico innalzato a supefigo (maddove?).
Questo manga non mi è piaciuto nemmeno un pochetto, non si salva nulla e nessuno.. presagivo fosse da due soldi e invece è proprio da buttare!
Il senso di lettura è da destra verso sinistra.
*






Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

giovedì 23 febbraio 2017

Invasione di biglietti 04

Continuano le mie carrellate di biglietti (le altre, insieme ad altri lavoretti, le ho raggruppate con l'etichetta My handamade).
Oggi ve ne mostro qualcuno realizzato l'anno scorso per auguri di matrimonio.
Devo dire che ne ho fatti veramente molti fino ad avere la nausea.
I colori sono sempre molto "candidi" perchè così mi sono stati commissionati e spesso ho dovuto inventare e inserire io stessa delle frasi.. @_@
Le persone non vogliono nemmeno più cimentarsi a scrivere due parole.

Ho realizzato anche qualcosa per gli auguri di anniversario..



Da quando è iniziato l'anno ho avuto pochissime richieste... forse sarà un anno più tranquillo in cui potrò dedicarmi un po' ai miei progettini sospesi da anni? Chissà...

lunedì 20 febbraio 2017

Unicorno

Di recente c'è stato un po' di vociferare su un simpatico oggetto venduto ad H&M: un mini pigiamino/tuta a forma di unicorno.
Ovviamente sono andata a dare un'occhiata e l'ho preso.. ^^
Questo costumino era stato pensato per dei peluches in vendita nel negozio stesso, ma chi ha delle bambole, lo ha certamente guardato con occhi diversi.. ^^

L'ho fatto indossare a Miku che, con il suo corpo Azone M, ha un'altezza media fra le mie bambole.
Mi sembra così cariiina!


Visto che c'ero ho fatto una mini fotostoria come non ne facevo da mesi... e mesi... e mesi...

Ken: Ho appena fatto il bucato 
  e ho trovato questo pigiama.. 
  è talmente soffice.... 
  Chissà a chi appartiene..
Miku: Ken!!! Quello è di Miku.
  Miku lo rivuole immediatamente!
Ken: Dai, fallo tenere anche a me, 
  non è giusto che le cose carine 
  vadano sempre alle ragazze!
Miku: Avanti, niente capricci.
  Ridallo a Miku!
Ken: Uffa! Voltati un attimo che lo tolgo!
Miku: Figurati! Miku non si scandalizza
  del tuo petto villoso!

Ken: Veramente ci sarebbe anche altro;
  non ho le mutande e se Barbie sapesse
  che mi faccio vedere così....
Miku: Buaaaaah!
  Miku non lo vuole più!

Ken: Ma dai, se vuoi lo rilavo.
Ken: Quante storie!
  Non c'è niente di male
  a volere sofficiezza ovunque!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...