lunedì 29 febbraio 2016

Top Febbraio 2016

Ho visto un interessante film d'animazione giapponese: Sword of the Stranger (2007).
Durante il periodo Sengoku, un gruppo di abili guerrieri cinesi, sono stati mandati in Giappone per compiere una misteriosa missione con il consenso del Signore del posto.
Mentre viene ultimata una strana struttura, i guerrieri cinesi, accompagnati e sorvegliati dai samurai locali, tentano di catturare un bambino di nome Kotaro che è un fuga insieme al suo cane.
I giapponesi, essendo tenuti sempre all'oscuro delle vere intenzioni dei cinesi, iniziano ad alimentare gravi sospetti e a cercare di ingannare i guerrieri cinesi che con enorme stupore dei popolo locale, si mostrano quasi invincibili.
Nel frattempo, il piccolo Kotaro incontra un Ronin senza nome e lo "assume" come guida e guardia del corpo iniziando un viaggio che li porterà a diventare amici.

La storia è molto articolata e offre tanti interrogativi che avranno gradualmente risposte. Purtroppo ci sono alcuni punti che resteranno oscuri ma nulla di troppo grave ai fini della trama.
Il film è abbastanza intrigante anche se il bambino, e in particolare il ronin senza nome, sono personaggi estremamente stereotipati.
Mettendo da parte queste considerazioni, consiglio vivamente la visione del film per le sue animazioni e i combattimenti che superano i limiti della spettacolarità. Io sono rimasta a bocca aperta!
Se amate l'azione e i samurai, è davvero davvero imperdibile!
*



Mi è capitato di vedere un crudele film coreano ispirato ad una storia vera: Hope.
In una famiglia modesta dove il padre pensa solo al lavoro trascurando il resto, e la madre aspetta il secondo figlio ma non ha il coraggio di dirlo, vive la piccola So-Won che una mattina come tante si reca a scuola non riuscendo mai a raggiungerla. A soli 9 anni, So-Won viene catturata da un ubriacone che la violenta e la picchia selvaggiamente. Miracolosamente la bambina riesce a chiamare i soccorsi e viene portata in ospedale dove viene curata e operata a causa di gravissime lesioni interne che le lasceranno un'invalidità per tutta la vita.
Quando i suo genitori scoprono l'accaduto, la loro esistenza si frantuma.. il cuore, il fisico, la mente dell'intera famiglia cade a pezzi.

Quando ho iniziato a vedere questo film non avevo ben presente di cosa trattasse; se lo avessi saputo per bene, forse avrei scelto di non vederlo.
Definire questa pellicola di genere "drammatico" è davvero riduttivo perchè è davvero devastante.
L'interpretazione, i dettagli, le situazioni sono talmente realistici da fare venire la pelle d'oca.
Purtroppo la storia non è frutto della fantasia e con molta attenzione è stato illustrato il terrore di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta e che ha vergogna della sua situazione, la disperazione di una madre che si è sentita responsabile, il disagio di un padre che viene rifiutato da una figlia traumatizzata.
Nella più totale disgrazia che il film mostra (e una solita legge ingiusta), il film vuole comunque comunicare che non bisogna arrendersi e che una piccola speranza si nasconde nel sostegno di un amico, nel cuore della gente che non giudica, nella solidarietà del prossimo, nella vita stessa che ogni giorno ci accompagna.
Non posso consigliare il film in maniera leggera.
Anche se è realizzato molto bene, è una tremenda stretta a cuore.
*



Ho avuto modo di leggere il manga in 8 volumi Yuki e Tsubasa, Ali sulla Neve.
Tsubasa è un teppistello che frequenta le medie e vive in uno sperduto paesino termale.
Nonostante Tsubasa sia dotato di poteri ESP, se ne vergogna molto ed è vittima di bullismo. Il suo carattere completamente pessimista e introverso lo porta a isolarsi da tutto e tutti fino a quando incontra Yuki.
Yuki frequenta la superiori ed è muta ma Tsubasa riesce a sentirne la voce interiore e, con i suoi poteri, l'aiuta in molte occasioni tanto che Yuki crede che quel potere sia suo.

Questo manga è di Shin Takahashi di cui non avevo ancora mai letto nulla (ho le sue opere chissà dove ma non ho avuto tempo di leggerle).
Personalmente questa storia in particolare non mi ha convinta anche se la trama appare interessante e gradevole.
Per prima cosa non amo granchè i personaggi esageratamente pessimisti.. e Tsubasa è la personificazione della depressione.. nel solo primo numero avrà ripetuto dozzine di volte "voglio morire / i miei poteri sono insignificanti".
Yuki è un personaggio un po' più positivo ma sembra davvero scemotta.
La pecca più grave di questo manga, è che con una trama quasi ironica e a tratti provvista di gag, tratta argomenti tremendi e pesanti come il bullismo, lo stupro, la prostituzione minorile, le risse come se fosse normale; come se questi lati tremendi dell'umanità siano la quotidianità di ognuno e che quindi accadano comunemente per poi andare avanti e subire la violenza successiva.
Io non ho digerito molto l'introduzione di argomentazioni tanto pesanti in un manga che le tratta a cuor leggero e risolve a modo suo le cose con poteri ESP o meno.
A parte questo, non ho trovato nemmeno una coerenza generale nella narrazione.
Probabilmente sarebbe stato meglio iniziare a leggere questo autore da un'opera diversa.
Il senso di lettura è da destra verso sinistra.
*



Infine ho visto anche il live action di Lupin III al cinema ma di questo film ho già accennato qualcosa in QUESTO post!
*





Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

giovedì 25 febbraio 2016

..rate di una villa al mare per il gestore del cinema.

Di recente al cinema hanno portato un po' di film interessanti che sto ancora cercando di andare a vedere tutti! ^^

Nel mentre vi accenno alcune delle mie visioni:

Lupin III
Lupin III, ladro di fama mondiale e nipote del celebre Arsenio Lupin, fa pare dell'organizzazione The Works che include i ladri più abili di tutto il mondo ed è presieduta dall'ormai anziano Dawson.
Durante una festa dell'organizzazione mirata a trovare un nuovo erede che la diriga, Dawson viene assassinato da una banda di criminali capeggiata da Michael, uno dei membri della stessa The Works che si impossessa della Collana di Cleopatra che Dowson custodiva fra i suoi tesori.
Lupin, non potendo tollerare questo tradimento, è deciso a vendicare Dowson e riprendere la collana con l'auto dei suoi compagni di sempre e colleghi appartenenti all'organizzazione.

Inutile raccontare altro perchè Lupin III è Lupin III e, questo film, essendo stato realizzato con la collaborazione di Monkey Punch, rispecchia pienamente il classico stile delle storie di Lupin fatto di trame intrecciate, inganni e motivazioni nascoste.
Come live action non mi aspettavo molto e invece ha saputo stupirmi; il cast ha elementi di varie nazionalità, esperto e molto bravo (quindi nessuna recitazione scimmiottata o carente), la trama e le musiche molto in linea con l'anime.. insomma, davvero un buon lavoro!
La pecca che ho trovato è stata una introduzione troppo lenta e lunga a quella che sarebbe stata l'azione di Lupin. Inoltre i combattimenti erano un po' troppi e troppo confusionari.. le scene d'azione erano un bel casino, non si capiva davvero nulla di quello che stava accadendo.
Direi che è certamente godibile per i fan di Lupin ma non è un'opera memorabile.
*



Zootropolis
In passato prede e predatori vivevano separatamente perchè i carnivori non potevano fare a meno di cacciare gli erbivori, ma nell'epoca in cui è ambientato il film, gli animali vivono pacificamente (più o meno) insieme in un mondo civilizzato e moderno.
Judy Hopps è una coniglietta che abita in campagna con i suoi genitori contadini e innumerevoli fratelli. Il suo sogno è di diventare la prima coniglietta poliziotto dato che questa compito è solitamente assegnato ad animali di stazza molto più grossa.
Nonostante le innumerevoli difficoltà, Judy riesce a diventare un agente e viene inviata nella grande città di Zootropolis nota per essere il luogo dove i sogni si avverano.
Arrivata sul posto, Judy scoprirà che le cose non sono come lei aveva sempre sognato, che le discriminazioni continuano ad esistere da parte di entrambe le fazioni sotto vari punti di vista.

Questo film lo amo!
Mi è piaciuto tantissimo e vorrei già rivederlo!
Oltre ad essere visivamente bellissimo, ha una trama semplice ma abbastanza articolata da essere adatta ad ogni fascia d'età.
Non ha alcuna falla o punto morto nella narrazione, le gag sono tutte stupende e divertenti (gente continuava a ridere anche dopo essere uscita dalla sala), i personaggi tutti amabili e ben caratterizzati.
Il tema della discriminazione e del pregiudizio è trattato molto accuratamente in ogni dettaglio e sarebbe davvero bello se il suo messaggio venisse carpito da tutti.
Io lo consiglio.. sono troppo di parte ma lo faccio lo stesso! xD
*



Il Piccolo Principe
Una mamma fin troppo premurosa e sicura di sapere cosa è giusto, induce sua figlia ad avere un rigido programma di studio per entrare in una prestigiosa scuola.
Quando madre e figlia si trasferiscono in una nuova casa, scoprono di avere come vicino un anziano bizzarro aviatore.
Mentre la mamma è a lavoro, sua figlia cerca di seguire seriamente il programma di studio come sua madre le ha insegnato ma la sua curiosità di bambina la porta ad avvicinarsi allo strano vecchietto e a diventarne amica. Sarà proprio l'insolito vicino di casa a raccontarle del suo incredibile incontro col Piccolo Principe e farle scoprire il mondo di sogni e fantasia che le erano stati sottratti dalla dura disciplina impostale dagli adulti.

Questo film l'ho visto al cinema un po' di tempo fa ma non ho avuto occasione di parlarne.
Le aspettative erano molto alte data la bellezza del libro e il film è riuscito in parte a soddisfarle.
L'incontro di una bambina bloccata dalle imposizioni di sua madre, con un anziano che aveva avuto la possibilità di non dimenticare mai la sua fanciullezza è stato davvero delicato e toccante.
L'idea di inserire il racconto del Piccolo Principe con un sistema di animazione differente è stata geniale e molto azzeccata!
Posso dire che è stato fatto davvero un ottimo lavoro ma non posso dire di averlo apprezzato al 100%.
La seconda parte del film l'ho trovata molto presuntuosa e irritante: il Piccolo Principe, la sua storia, il suo personaggio, vengono completamente stravolti e, al di fuori di quello che è la pellicola, vien da pensare "ecco che fine fa il Piccolo Principe in mano agli adulti".
Personalmente posso promuovere solo la prima parte di questa trasposizione cinematografica.. il resto non mi è piaciuto per nulla.
*





Tutte le immagini che vedete in questo post sono pubblicate a puro scopo illustrativo... ^^'''

venerdì 19 febbraio 2016

veg

Questa settimana Lidl ha proposto alcuni prodotti vegetariani.
Anche se non sono vegetariana, potevo non provarli??? Decisamente no!
Ho preso dell'affettato, wurstel e dei burger dal banco frigo.

Per ora ho assaggiato l'affettato e i burger di riso.. diciamo che per i burger si ha decisamente il sapore che ci si può aspettare da crocchette vegetali e affini. L'affettato.. bò.. è un po' indefinito come gusto.. chissà cosa mi aspetta con i wurstel. ^^
Tutto sommato sono cmq una buona e curiosa alternativa per chi ha deciso di seguire la dieta vegetariana.

Dal banco surgelati ho preso ancora altri burger.. i prodotti erano molti ma non potevo prendere tutto! :p


Oltre questi prodotti alimentari, ho acquistato un album di cartoncini decorati per creare scatolini o qualunque cosa frulli in mente.
Le fantasie sono molto carine.



Qualche giorno fa ho fatto un giro in un mercato di un paese vicino e ho trovato una carinissima giacca/mantella..
..siccome non ha le maniche, ho usato il pretesto per prendere anche dei manicotti (testati e a approvati da Totoro).


venerdì 12 febbraio 2016

routine matrimoniale

Dopo mesi e mesi che non mi ci dedico, finalmente ho preparato una misera fotostoria di bambole.
Credevo che dopo tutti il lavoretti Natalizi (QUI, QUI e QUI) che mi erano stati commissionati, sarei stata un po' più libera e invece sembra proprio di no, quindi non so quando riuscirò a scriverne un'altra. ^^


Qualcuno ricorderà il folle rapporto di Alera e Ryan.. ho deciso di riprendere un po' da lì.
Per chi non lo conoscesse, può trovare le altre "puntate" nell'etichetta Barbie.


Alera: Ryan, sono contenta
            che tu mi inviti ad uscire così spesso..
Alera: ..però qualche volta potremmo andare
            in un posto differente, fare qualcosa di diverso..
Alera: ..veniamo solo qui.
           Piuttosto che starcene sempre in questo caffè,
           dovremmo andare dal medico
           per far controllare il tuo torcicollo.

Ryan: Sì sì, come dici tu..

PIU' TARDI...
Alera: Insomma, non per lamentarmi,
            ma lui mi porta sempre in quel caffè.
            Temo proprio di essere entrata nella fase
            della routine matrimoniale.

Summer: Ma voi non siete ancora sposati...
Alera: E' come se lo fossimo!
Summer: Già.......
Raquelle: Magari Ryan ha qualche motivo particolare
                  per andare sempre lì...

Alera: Hai ragione! Lì mi ha dato l'anello!
            Che romantico; vuole ricordarmi ogni giorno
             la sua promessa d'amore!
Raquelle: In verità intendevo dire che potrebbe esserci
                  un qualche motivo che non sia
                  necessariamente tu!

Alera: Ma che dici? Noi viviamo l'una per l'altra!
Summer: Non pensi che la routine matrimoniale
                di cui parlavi, induca Ryan a voler vedere altro?

Alera: Vedere cosa?
            Ci sediamo l'uno difronte all'altra
            e il suo sguardo innamorato è sempre su di me!
            Non ci separiamo mai!
Raquelle: Sul serio? Questa non me l'aspettavo!
Alera: Certo! ..se non fosse per il torcicollo,
             i suoi occhi sarebbero sempre, sempre, sempre.......
* FINALMENTE ALERA RAGGIUNSE 
L'ILLUMINAZIONE: 1+1=2 *
Alera: Lui.. lui.. guarda le maid!
Raquelle: Ci sei arrivata finalmente!
Summer: Vedi Alera, noi abbiamo tentato più volte
                di dirti che Ryan non va bene per te....
Alera: Quelle infime streghe!
Summer: Cosa???
Alera: Quelle viscide fattucchiere
            approfittano del torcicollo del mio amore
            per farsi guardare!

Raquelle: Che???
Alera: Non la passeranno liscia!
            Vado a dirgliene quattro!
             Non possono importunare così il mio uomo!

Summer: Ma dove???
Raquelle: Niente da fare; l'evidenza non la scalfisce!
Summer: Povere maid; non solo devono lavorare
                subendo le molestie di Ryan,
                ora devono anche sopportare i deliri di Alera!

lunedì 8 febbraio 2016

u prengepine.. e.. eh???

Sabato sono stata a Bari..
Immancabile spesa manga..

In fumetteria, buttati in uno scatolone, c'erano dei modellini di chitarre di Guitar Hero in offerta (giustamente chi cavolo le comprava???) e ho preso una confezione da portare a Ken.
Come al solito, le miniatue sono in scala 1:12 quindi sono sempre piccole per le Barbie, ma non ho resistito.. 
In mano a Ken, più che una chitarra, sembra un ukulele.. siam contenti lo stesso! xD

..a proposito di strumenti musicali; AnnMeri mi ha regalato qualche vecchio mobile appartenente alle Barbie della sua infanzia e ho deciso di tenere questi: un comodino con piccoli accessori, un inquietante quadro con cavalletto, un tavolino e un figherrimo pianoforte.
Ovviamente non so quando avrò modo di "usarli", ma ci sto lavorando.


Durante la mia passeggiata sono passata da La Feltrinelli e................ SHOCK!!!!
Il Piccolo Principe in dialetto barese... PERCHE'?
Che cosa mi dovrebbe donare un libro del genere in dialetto?
Ho potuto verificare che questa brillante "cosa" è stata diffusa in tanti altri dialetti.
Io l'ho trovata leggermente raccapricciante.
E' il mondo ad avere qualcosa che non va, oppure sono io???


Sono passata dal Disney Store.. ero tentata di comprare qualche bambola perchè c'erano delle offerte interessanti, ma alla fine ho preso solo una shopper e un kit di post-it ispirati a Zootropolis che non ho ancora visto ma che già so di amare.



Un po' di giorni fa invece, sono andata a caccia di rossetti leggermente glitterati; ho deciso di provare i Maybelline colorsensational.
Sono molto bellini, hanno un ottimo prezzo e sono esattamente come li cercavo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...